consigli

Gli accumulatori sono parti vitali e costose dei veicoli elettrici, tenerli in buono stato attraverso cure quotidiane è fondamentale:

Facciamo un po’ di chiarezza:

▶ Perché bisogna misurare la densità nella batteria?

Perché dalla densità dell'elettrolita (cioè della soluzione di acido solforico e acqua contenuta negli elementi della batteria) si può ricavare lo stato di carica della batteria secondo la tabella seguente:

omicron

La densità si misura con il densimetro che contiene un "galleggiante"; graduato. Più l'elettrolito è denso, più il "galleggiante", per il principio di Archimede, emerge. Se invece sprofonda significa che la batteria è scarica e occorre aggiungere acqua demineralizzata.
Quando si esegue la misura, è bene controllare tutti gli elementi per verificare che siano tutti allo stesso livello di carica.

▶ E perché bisogna controllare i livelli di elettrolito nella batteria?

È molto importante controllare regolarmente gli elettroliti della batteria per due ragioni: innanzitutto perché sono soggetti alla naturale evaporazione e in secondo luogo perché una quantità ridotta di liquido si separa in ossigeno e idrogeno ogni volta che si carica la batteria. Imparare a controllare e a rabboccare in sicurezza il liquido della batteria è un aspetto fondamentale della manutenzione di un veicolo.

Per controllare i livelli sarà sufficiente inserire nell’elemento centrale dell’accumulatore un indicatore di livello (SIGNAL/89 o W-indy) che, quando mancherà acqua nell’elemento, lo segnalerà accendendo una spia luminosa.

▶ Perché devo mettere l’acqua demineralizzata nella batteria?

L’acqua ordinaria del rubinetto non deve essere utilizzata perché potrebbe contenere una quantità eccessiva d’impurità che danneggerebbero le prestazioni della batteria compromettendo la durata del ciclo della batteria e la sua tensione di carica. La purezza dell’acqua può influire notevolmente sulle prestazioni del prodotto e, di conseguenza, il suo utilizzo deve essere considerato una priorità per la massima prestazione della batteria.

▶ Come faccio ad avere l’acqua idonea per la batteria?

I demineralizzatori sono semplici dispositivi che, collegati direttamente al rubinetto della rete idrica, producono acqua demineralizzata. Questo prodigio è possibile molto semplicemente grazie all’azione delle resine a scambio ionico che permettono di scambiare gli ioni degli elementi presenti nell’acqua in ioni di ossigeno e di idrogeno restituendo acqua demineralizzata.

Scegliere un demineralizzatore significa non soltanto avere la comodità di un dispositivo sempre pronto a erogare acqua demineralizzata quando è necessaria ma anche la comodità di evitare l’accumulo di taniche e tanichette piene e vuote di acqua con un risparmio notevole e un minore accumulo di rifiuti da gestire: oggi è quanto mai importante e necessario considerare anche l’aspetto “green” delle nostre scelte.

▶ Come possa fare a mettere l’acqua negli elementi della batteria senza versare l’acqua dappertutto?

L’operazione di riempimento degli elementi si definisce “rabbocco”, i rabboccatori sono dispositivi che permettono di riempire gli elementi della batteria senza inconvenienti.

Ce ne sono di diversi modelli secondo il numero di batterie da rabboccare e delle esigenze proprie delle officine.

S’inizia del modello più semplice (P/Economy) fino ai rabboccatori elettrici.

▶ Si è versata acqua nel cassone degli elementi, cosa posso fare?

Niente panico, c’è il sistema giusto per farlo. Bisogna fare in fretta in modo che l’elettrolito non corroda il cassone. Gli svuotatori sono fatti apposta per aspirare l’elettrolito dal cassone: sono pronti all’uso e tutti hanno un piccolo tubicino che si infila tra gli elementi senza doverli rimuovere.

Maggiore informazione: ✆+39 011 9207698